Master sul bullismo: interpretazione, fenomenologia, prevenzione e didattica

Home Forum Cronaca Master sul bullismo: interpretazione, fenomenologia, prevenzione e didattica

Questo argomento contiene 0 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Giuseppe Pecoraro 1 settimana, 4 giorni fa.

  • Autore
    Articoli
  • #1713 Risposta

    Giuseppe Pecoraro

    Per bullismo si intendono tutte le azioni di sopruso messe in atto da parte di un bambino/adolescente, nei confronti di un altro bambino/adolescente percepito come più debole, come la vittima.

    Secondo le definizioni date dagli studiosi del fenomeno , uno studente è oggetto di azioni di bullismo, quando viene esposto, ripetutamente nel corso del tempo, alle azioni offensive messe in atto deliberatamente da uno o più compagni. Non si parla quindi solo di un singolo gesto, ma di una serie di comportamenti portati avanti ripetutamente, all’interno di un gruppo, da parte di qualcuno che fa o dice cose per avere potere su un’altra persona.

    Dati Istat alla mano poco più del 50% degli 11-17enni ha subìto qualche episodio offensivo, non rispettoso e/o violento da parte di altri ragazzi o ragazze nei 12 mesi precedenti. Il 19,8% è vittima assidua di una delle “tipiche” azioni di bullismo, cioè le subisce più volte al mese. Per il 9,1% gli atti di prepotenza si ripetono con cadenza settimanale.

    Oltre al bullismo verbale e fisico negli ultimi anni si è fatto largo uno spettro ancora più grande, il cyberbullismo. La volontà di sminuire l’altro in modo da far apparire grande se stesso c’è sempre stata, ma solo negli ultimi anni ha trovato nuovi mezzi per fare ancora più male, come il web. Il cyberbullismo ha la capacità di diventare ancora più pesante del bullismo ‘dal vivo’, perché spesso diventa una diffamazione su vastissima scala piuttosto che delimitata in un singolo gruppo o in una scuola.

    La professionalità del docente richiama la necessità di formarsi costantemente attraverso percorsi altamente specifici e professionalizzanti. Il corso si pone l’obiettivo di far conseguire la padronanza e la capacità di comprensione del fenomeno del bullismo, anche nella sua matrice tecnologica. Bullismo e cyberbullismo richiedono competenze sempre aggiornate e specifiche, volte a contrastare tali fenomeni quali piaga sociale ed educativa.

    Proprio per questi motivi, l’Università Telematica eCampus ha attivato il master “Il bullismo: interpretazione, fenomenologia, prevenzione e didattica.”

    Il Master è rivolto a dirigenti scolastici, staff del dirigente, insegnanti della scuola primaria e secondaria. Ha una durata di 1500 ore con erogazione full online, è prevista una verifica scritta delle competenze e una tesi finale da discutere in una delle sedi dell’Università.

    Il punteggio è di 3 punti in graduatoria per il pre-ruolo e 1 punto per mobilità/trasferimenti purché coerente con gli insegnamenti previsti dalla graduatoria.

    Fonte: blog.uniecampus.it

Rispondi a: Master sul bullismo: interpretazione, fenomenologia, prevenzione e didattica
Le tue informazioni: