Cyberbullismo, ecco come segnalare i bulli al Garante

Home Forum Normative Cyberbullismo, ecco come segnalare i bulli al Garante

Questo argomento contiene 0 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Cetty Mannino 1 anno, 1 mese fa.

  • Autore
    Articoli
  • #738 Risposta

    Cetty Mannino
    Moderatore

    Si chiama “Modello per la segnalazione/reclamo in materia di cyberbullismo” ed è il modulo realizzato dal Garante per la Privacy  per denunciare gli episodi di bullismo online, in seguito alla legge 71/17 “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”. In pratica le vittime di cyberbullismo, over 14, possono compilare il modulo e inviarlo attraverso una semplice email all’autorità.

    Cosa fare prima di compilare il modulo del Garante per la Privacy?

    Il primo passaggio, prima di inviare il modulo al Garante, previsto dalla legge per eliminare i contenuti illeciti, è quello di segnalare i contenuti direttamente al gestore del sito o del social. Se l’istanza non viene prese in considerazione, passate le 48 ore, allora bisogna passare al secondo passaggio. In questo caso bisogna compilare il modulo messo a disposizione dal Garante, inserire i propri dati e spedirlo attraverso l’email.

    E’ fondamentale, per poter avanzare la richiesta, essere in possesso del sito (o dei siti internet) e dell’indirizzo web (chiamato Url) oppure del social dove sono pubblicati i materiali che desideriamo eliminare e infine bisogna fornire delle prove ad esempio: immagini, video, screenshot e altri documenti utili all’indagine.

    Il modello del Garante per la privacy, composto da tre pagine, è molto semplice. Basta scrivere nome, cognome e dati personali nella parte iniziale e in seguito barrare le caselle che corrispondono al caso da denunciare. Infine bisogna rispondere ad alcune domande e raccontare la dinamica del fatto avvenuto.

    La vittima di cyberbullismo può in particolare segnalare i seguenti comportamenti:

    • pressione
    • aggressione
    • molestia
    • ricatto
    • ingiuria
    • denigrazione
    • diffamazione
    • furto d’identità
    • alterazione, acquisizione illecita, manipolazione, trattamento illecito di dati

    Clicca qui per il modulo

Rispondi a: Cyberbullismo, ecco come segnalare i bulli al Garante
Le tue informazioni: